impianti capelli

Parrucche di capelli veri: come sono e quale scegliere?

Come è costruita una parrucca in capelli veri?

Le parrucche sono costituite da una calotta, generalmente in rete di cotone, sulla quale sono annodati i capelli. La calotta si indossa come una cuffia, e sul mercato sono disponibili diverse tipologie di materiali e finiture. Il materiale più pregiato per questa parte della parrucca è certamente il monofilamento. Si tratta di un filamento unico, sintetico, trasparente, che appare invisibile sul cuoio capelluto. E’ possibile anche che la calotta sia costituita da monofilamento in alcune zone – ad esempio quella frontale, e/o il vortex o la riga -, e da garza meno pregiata ad esempio sul retro. Alla calotta sono fissati i capelli, ed anche in questo caso le modalità di ancoraggio sono differenti. I capelli possono essere fissati a macchina, a mano, oppure con tecnica mista a seconda delle zone del capo. Ancora, possono essere legati uno ad uno oppure a piccoli gruppi e ciocche.

Particolari e finiture

Le moderne tecniche permettono una grande personalizzazione del prodotto. E’ infatti possibile optare per diverse tipologie di finiture, che si adeguino perfettamente alle necessità dell’utilizzatore finale. Ad esempio, il lace frontale è costituito da una parte in tulle trasparente sulla quale i capelli sono cuciti rigorosamente a mano. Questa striscia si estende su tutta la zona frontale, rendendo l’attaccatura pressoché invisibile. Generalmente le parrucche si indossano partendo dal lato anteriore, e posizionando la calotta verso la nuca. Particolare attenzione va prestata alla zona delle tempie: le basette devono essere perfettamente allineate. Il fissaggio può essere effettuato con appositi adesivi, o facilitato da bordi in silicone antiscivolo, che garantiscono l’aderenza della calotta alla cute.

Parrucca di capelli veri: come scegliere?

Le parrucche di capelli veri sono naturalmente più pregiate di quelle sintetiche. I capelli veri garantiscono un effetto naturale, non solo alla vista, ma anche al tatto. Attenzione però: non è sufficiente che siano capelli reali per assicurare la buona qualità del prodotto! I capelli giusti per costruire una buona parrucca devono essere innanzitutto sani, ed in secondo luogo lavorati e trattati in maniera adeguata e professionale. I migliori capelli per parrucche sono Remy, ovvero tagliati e raccolti mantenendo lo stesso verso dalla radice alla punta. Le cuticole devono essere integre, per garantire una maggior durata ed una minor propensione ad annodarsi. Il capello europeo è più raro e più pregiato, ma esistono ottimi prodotti anche con materia prima di altra provenienza, altrettanto di qualità. Il capello ideale deve essere non trattato chimicamente, ed il più possibile integro. La calotta deve essere leggera e traspirante, per garantire il massimo comfort.

Parrucca di capelli veri e risultato naturale

Un grandissimo pregio delle parrucche di capelli veri è che questi si comportano esattamente come una chioma naturale. Ciò significa che è possibile acconciarli, utilizzando phon e piastra per variare la messa in piega. Questo aspetto è particolarmente importante quando la parrucca ha la funzione non solo meramente estetica, ma anche psicologica. La possibilità di “lavorare” la propria chioma come prima della perdita dei capelli, può avere una importante funzione curativa a livello mentale, soprattutto per le donne. Se ben annodati e frutto di un lavoro professionale, i capelli veri garantiscono una caduta ed un movimento perfettamente naturale, mentre gli eventuali inserti in monofilamento della calotta permettono una visibilità della cute sottostante che nasconde la parrucca. Infine, i capelli veri sono disponibili in ogni possibile gradazione di colore, tanto da poter accontentare sia chi vuole ricreare la sua chioma naturale, sia da chi desidera un look totalmente diverso.

Come si cura una parrucca in capelli veri?

Le parrucche in capelli veri richiedono una certa cura e manutenzione, che se ben eseguite permettono alla parrucca di durare circa un anno. Il lavaggio deve essere effettuato più spesso nei mesi caldi, ed un po’ più raramente (1 o 2 volte al mese) in quelli più freddi. Per lavare e pettinare la parrucca è necessario utilizzare le apposite teste. E’ bene riporre la parrucca durante il sonno, e se non la si usa per periodi più o meno lunghi. La cura della parrucca in capelli naturali richiede specifici prodotti, che mantengano la lucentezza dei capelli e non appesantiscano la chioma.

Che differenza c’è tra una parrucca e un parrucchino?

La moderna tecnologia ha permesso di differenziare enormemente il vecchio e antiquato concetto di parrucchino dalle moderne parrucche. Ad oggi infatti lo stesso termine: “parrucchino” risulta desueto e non più utilizzato.

Esistono soluzioni ben più performanti per chi soffre di problemi di alopecia e calvizie, abbiamo scritto un’articolo sulle differenze tra parrucchino e patch dove analizziamo nel dettaglio i progressi tecnologici e i vantaggi delle moderne soluzioni

A chi è adatta una parrucca in capelli veri?

Le parrucche in capelli veri – purché di buona qualità – sono in grado di offrire il massimo comfort e un’indossabilità perfettamente naturale. Per questo il loro utilizzo è consigliato a chi deve utilizzare una protesi capillare in maniera quotidiana e continuativa. La pettinabilità del capello vero dona al suo utilizzatore la possibilità di trattare la propria parrucca come una chioma naturale al 100%. La parrucca in capelli veri costituisce un’ottima scelta per chi soffre le conseguenze della chemioterapia, oppure nei casi di calvizie ed alopecia in stadio avanzato.

Write a comment